Competenze e disuguaglianze di genere a Scuola

Ci sono differenze tra le competenze raggiunte da maschi e femmine? E in quali materie?

Competenze e disuguaglianze di genere a Scuola

I progressi della società e del sistema educativo hanno fatto compiere enormi passi in avanti per superare gli stereotipi di genere legati alle competenze e alle professioni. 

Tuttavia, come emerge anche dall’Indagine OCSE PISA 2018, le aspettative dei ragazzi e delle ragazze sul loro futuro continuano ad essere influenzate da stereotipi impliciti basati su pregiudizi e senza riscontri scientifici:

Le femmine sono più portate per le materie umanistiche

I maschi hanno una naturale attitudine per la Matematica

L’accesso e lo sviluppo paritario delle competenze hanno un ruolo strategico per potenziare le prospettive personali degli studenti e per realizzare un mercato del lavoro e una società sempre più inclusivi.

Individuare i divari di genere fin dai primi anni scolastici è quindi uno strumento utile per mettere sotto la lente le diseguaglianze che si verificano a Scuola. In questo senso ci vengono in aiuto i risultati restituiti dalle rilevazioni nazionali INVALSI.

Le differenze di genere nei risultati delle Prove INVALSI 2019 

Come sono andati le allieve e gli allievi alla Prove INVALSI 2019?

Persistono piccole ma significative disuguaglianze nei livelli di competenze in Italiano, Matematica e Inglese durante i percorsi scolastici.

Sia in quinta elementare che in terza media, le allieve hanno punteggi più alti nella Prova di Italiano. Gli allievi invece mostrano di avere più dimestichezza in Matematica

competenze e differenze di genere a Scuola

Sono distanze di pochi punti ma sono comunque un segnale del permanere di divari.

Nelle Prove di Inglese sono nuovamente le ragazze ad avere punteggi più alti. Nei gradi 5 e 8 superano i maschi sia nell’Ascolto che nella Lettura.

maschi-femmine: chi conosce meglio l'inglese?

In quinta superiore invece incontriamo differenze non significative sia in Italiano che in Inglese, ma non altrettanto in Matematica. 

In tutte le tipologie di Istituto, il divario tra allievi e allieve in Matematica sussiste, in particolare negli Istituti Tecnici,dove si arriva ad avere 16 punti di differenza tra maschi e femmine.

Matematica al grado 13: differenze maschi-femmine

Livelli di competenze e Indicatore ESCS

Aggiungiamo un ulteriore livello di analisi: l’Indicatore ESCS che definisce lo status sociale, economico e culturale delle famiglie degli studenti che partecipano alle Prove INVALSI.

Cosa succede se guardiamo ai livelli di competenze raggiunti in Matematica dalle ragazze in relazione con il peso del contesto familiare?

Le studentesse del grado 13 con ESCS alto che si posizionano nella fascia di risultato più bassa sono il 12%, mentre arrivano al 31% quelle con Indicatore ESCS molto basso.


Anche se questa relazione non è necessariamente di causa-effetto, evidenzia come ci siano contesti più facilmente permeabili alle differenze di genere sui quali la Scuola ha un ruolo di garante delle pari opportunità.

Differenze di genere e divari geografici

Ciò vale anche per i contesti geografici svantaggiati

Analizzando i risultati delle Prove INVALSI 2019 per regione, vediamo che i punteggi più bassi delle ragazze si registrano nelle regioni del Sud, mentre i più alti sono nelle regioni del Nord, dove, nonostante le diseguaglianze con i risultati raggiunti dai maschi, la media dei punteggi è superiore alla media nazionale. 

I divari geografici Nord-Sud si sovrappongono ad altre tipologie di squilibri.

Se dai punteggi passiamo ad analizzare i livelli raggiunti, abbiamo che quasi la metà delle studentesse del grado 13 non raggiunge i livelli minimi di competenze in Matematica previsti dalle Indicazioni nazionali del Ministero dell’Istruzione. Contro una percentuale di studenti maschi del 36%.

Nella macro area Sud la percentuale di ragazze che non raggiunge in Matematica livelli corrispondenti agli obiettivi previsti dal Ministero supera la metà (57,6%) e i dati si aggravano nella macro area Sud e Isole (67,4%).

In conclusione, il fenomeno delle disuguaglianze nei livelli di competenze degli studenti e delle studentesse presenta molte complessità che vanno oltre gli aspetti qui trattati. 

Tra i fattori di cui tenere conto ci sono:

  • il background socio-economico familiare
  • il contesto geografico in cui gli studenti vivono
  • le influenze culturali della società 
  • la motivazione e l’autoefficacia dello studente 

Su tutti questi fattori e altri che potranno emergere si dovrà agire per continuare il percorso in direzione di una società più equa ed inclusiva, nella quale le pari opportunità siano una realtà fin da bambini e soprattutto a Scuola.

Approfondimenti

Se hai trovato interessante questo contenuto puoi iscriverti alla newsletter mensile di INVALSIopen per ricevere via mail i nostri aggiornamenti.

Voglio ricevere gli aggiornamenti di INVALSIopen


Seguici sui nostri canali social

® INVALSI – Via Ippolito Nievo, 35 – 00153 ROMA – tel. 06 941851 – fax 06 94185215 – c.f. 92000450582 | CookiesPrivacy PolicyPhoto Credits

Torna su