Speciale Rapporto INVALSI 2019

La relazione tra risultati e indicatore ESCS

Le Prove INVALSI non si limitano a dirci come sono andati gli studenti in Italiano, Matematica e Inglese ma ci raccontano anche quanto può incidere il background familiare su questi risultati.
Attraverso l’utilizzo dell’indicatore ESCS – l’Economic, Social and Cultural Status Index – infatti è possibile vedere come il risultato ottenuto alle Prove cambia se messo in relazione con la condizione socio-economica e culturale degli studenti. 

Indicatore ESCS INVALSI -  Speciale Rapporto INVALSI 2019: la relazione tra risultati e ESCS

Abbiamo precedentemente pubblicato un’infografica in cui abbiamo presentato i risultati assoluti, cioè che non tengono conto del peso del contesto, nelle diverse materie rilevati con le Prove INVALSI.

In questa nuova infografica dedicata al Rapporto INVALSI 2019 vogliamo mostrarvi cosa accade quando a questi risultati associamo l’indicatore ESCS (l’Economic, Social and Cultural Status Index), un indicatore statistico calcolato in base ad alcune informazioni provenienti dalle scuole e dal Questionario studente. Questo indicatore fornisce una misura circa il peso che il background familiare ha sul rendimento scolastico dello studente.

Ciascun allievo si può collocare all’interno di uno dei quattro livelli che caratterizzano l’indicatore ESCS: basso, medio basso, medio alto e alto. Mettendo in relazione l’indice di status con i risultati ottenuti nelle Prove si avrà una situazione come quella rappresentata nell’infografica.

Dall’immagine emerge immediatamente il legame tra le due dimensioni: in tutte le materie testate e in tutti i gradi scolastici i punteggi delle Prove crescono man mano che aumenta l’indicatore ESCS.

È bene specificare tuttavia che la relazione tra indice di status e risultati nelle Prove INVALSI non implica necessariamente un rapporto di causa-effetto.

La presenza di una relazione tra queste due variabili non significa infatti che uno studente proveniente da un contesto meno favorevole abbia necessariamente bassi risultati e che gli studenti che hanno alle spalle una situazione avvantaggiata socialmente ottengano sistematicamente risultati migliori, ma indica solo che mediamente gli alunni che partono da condizioni più favorevoli conseguono risultati più alti degli alunni svantaggiati e viceversa.

Con questi dati alla mano appare ancora più evidente il ruolo della scuola e l’importanza che questa assume per garantire a tutti i ragazzi, soprattutto a quelli che vivono in contesti sociali difficili, la possibilità di avere una formazione appropriata per la vita futura.


Approfondimenti:

Se hai trovato interessante questo contenuto puoi iscriverti alla newsletter mensile di INVALSIopen per ricevere via mail i nostri aggiornamenti.

Voglio ricevere gli aggiornamenti di INVALSIopen


Seguici sui nostri canali social

® INVALSI – Via Ippolito Nievo, 35 – 00153 ROMA – tel. 06 941851 – fax 06 94185215 – c.f. 92000450582 | CookiesPrivacy PolicyPhoto Credits

Torna su